+39 348 9906459

Lun - Sab 8.00 - 18.00 Domenica CHIUSO

Top

Le richieste più strane fatte a una hostess di terra a Malpensa

La hostess Ambra Garavaglia ha raccontato molte delle richieste più strane che le hanno rivolto i viaggiatori al check-in, a colpi di Tweet divertentissimi. “È tutto nato per caso qualche anno fa – racconta all’Ansa – dato che ho un’ottima memoria e a fine turno scrivevo i dialoghi surreali che a volte avevo con i passeggeri. Poi i miei tweet hanno cominciato ad attirare qualche like, finché un giorno non mi ha intervistata il Trio Medusa. Da lì hanno cominciato a conoscermi e ad apprezzarmi più persone. Sono stata anche chiamata dal direttore dell’azienda per cui lavoro la Airport Handling, cosa che all’inizio mi aveva molto spaventato. E invece mi hanno apprezzato anche loro. Forse perché i miei tweet sono educati, rispettosi e faccio sempre molta attenzione a non rendere le persone riconoscibili: non voglio prendere in giro nessuno ma proprio raccontare la quotidianità un po’ folle di un grande aeroporto”

Eccone alcuni tweet di richieste assurde!

-Posso imbarcarmi per primo? Ho un bambino.

-Quanti anni ha?

-17.

OK.

 

C’è poi chi pretende di partire senza tutti i titoli necessari:

– Non ha il visto per la Russia? Non posso farle il check-in.

– Ma sì, me lo faccia, tranquilla, poi lì mi arrangio.

OK.

 

E poi il gran tormentone del lavoro della Garavaglia: i bagagli.

-Deve pagare la sacca da golf.

-Perché?

-Perché ha diritto a un bagaglio solo.

-Infatti questo non è un bagaglio. È una sacca da golf.

OK